La quintessenza della più alta qualità della cucina italiana

La calda Sicilia continua ad essere raccontata nella gelida Mosca dai piatti di Nino Graziano, uno degli chef siciliani più noti al mondo a cui va il merito di aver contribuito ad esportare il made in Italy.

Una nuova sfida quella iniziata ufficialmente alcune settimane fa con l’apertura di Focacceria a Malaya Bronnaya, a Mosca, aggiungendosi così all'elegante ristorante Semifreddo Mulinazzo dove è brand chef, a La Bottega Siciliana di cui è direttore e azionista e ad altri 17 locali che guida con alta professionalità. Il formato della nuova istituzione è insolito.

L'interno elegante ma discreto di Irina Glik ricorda allo stesso tempo le brasserie parigine degli anni '50, un solido ristorante americano e un'anima basca. Sedie ingannevolmente semplici, chiaro riferimento alla ristorazione europea della metà del XX secolo. Ma un piccolo angolo di panetteria vicino all'ingresso indica pure i legami familiari con altri ristoranti del gruppo Semifreddo.

Guardando al menu possiamo ben dire che ritroviamo il meglio dell’Italia, merito di Nino Graziano e dello chef Andrea Galli: fritto misto di piemontese, prosciutto di Parma, filetto di tacchino milanese, spigola siciliana e altre specialità italiane rendono il menu sintetico molto rappresentativo.

Oltre alla varietà prevista di focacce, qui vengono preparati diversi tipi di pizza e paste, tra cui, su richiesta dell'ospite, senza glutine. Allo stesso tempo, i piatti classici italiani coesistono con quelli dell'autore, tipico di tutti i ristoranti del gruppo.

Una delle focaccine più particolari fatte dallo chef Andrea Galli è composta da salsicce fatte in casa e prosciutto. Vi ritroviamo il più sofisticato prosciutto crudo di Parma Culatello e tre tipi di salsicce: speziato, salame felino, salame Fabriano, oltre a coppa, mortadella e pancetta di manzo e maiale. Inoltre, c'è una vasta selezione di formaggi, e la mozzarella e la buratta sono fatte da produttori di formaggio italiani e vengono consegnate ogni giorno.

La quintessenza della più alta qualità della cucina italiana: ecco come descrivere brevemente l'essenza del nuovo progetto del gruppo Semifreddo, noto per i suoi stabilimenti impeccabili e autentici.

SHARE
Previous articleGrande entusiasmo tra i giovani per la 3^ edizione del Regional Flaming Competition
Next articleAll’ombra dei mandorli in fiore
Originaria di Vittoria così come il suo vino preferito, il nobile Cerasuolo di Vittoria Docg. Dopo la maturità classica, la Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari con una tesi sperimentale sulla ricotta iblea (il formaggio è la sua seconda passione, dopo il vino!). Collabora con diversi giornali on line e non di enogastronomia. Gentile, chiacchierona, ma anche amichevole, è da molti definita un “vulcano”. Ama stare fra la gente soprattutto con coloro i quali condivide le sue stesse passioni: l’amore per la sua terra e le cose buone da mangiare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.