Il dinamismo di una camaleontica cucina nel cuore di Palermo

Metti una serata autunnale nel cuore di Palermo. Aggiungi l’accogliente ambiente di un luogo di incontri – anzitutto gastronomici – e l’istrionico dinamismo di tre soci appassionati.

Adesso mescola il tutto alla maestria di un pizzaiolo di prim'ordine e otterrai il camaleontico Oste dello Stabile. Trasformismo? No, solo il desiderio di Giuseppe Caradonna, Davide Conigliaro e Daniele Napolitano di misurarsi con l’innovazione dell'offerta gastronomica del loro locale, aprendola al multiforme modo della pizza. Già, perché se al consolidato menu – intriso dei sapori tipici della tradizione siciliana – ci si mette nelle sapienti mani di Giancarlo La Manna, il gioco è fatto e prende vita la pizzeria che non ti aspetti.

L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily

Giancarlo La Manna, il condottiero del nuovo esercito di leccornie gastronomiche

Classe 1984 Giancarlo La Manna è uno che le “mani in pasta” le ha avute fin da piccolo. “Nell'ambito della ristorazione posso di aver fatto un po' di tutto – afferma Giancarlo – cominciando come lavapiatti, e non me ne vergogno, arrivando fino al grado (se così si può dire) di aiuto cuoco. Col tempo però ho capito che la mia vera passione era la pizza con il suo variopinto universo fatto dalle farine e dagli ingredienti, quelli veraci della mia terra”.

L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily

Indizio importante quello della dedizione del pizzaiolo per le sue creazioni culinarie dal momento che il menù della pizzeria è quasi del tutto frutto del suo estro. “Tranne le pizze tradizionali – continua Giancarlo - come la Margherita, la Quattro Gusti, la Parmigiana e così via, il resto delle pizze è di mia invenzione”.

E si fa presto ad entrare nel senso delle parole del pizzaiolo se si osserva la sfilza di delizie da forno che scorrono davanti ai nostri occhi: Pizzelle fritte “Oro di Napoli” - tra gli antipasti - pizze fritte farcite con friarelli, scamorza e salsiccia; o speck, fungi porcini e noci; o ricotta e salame dolce; che dire poi dello Sfincione dell’Oste, una pizza fatta con cipolla in agrodolce, datterino giallo, chianelle di pecorino siciliano, acciughe di aspra, e mollica tostata: in pratica una vera e propria rivisitazione dello sfincione palermitano in chiave Giancarlo La Manna.

L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily
L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily
L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily

In ogni pizza un po' del carattere e della determinazione di Giancarlo

In ogni pizza – spiega il pizzaiolo dell’Osteria dello Stabile – c’è un po' di me e molto della mia Sicilia: prendete ad esempio la Sant’Erasmo con la provola affumicata delle Madonie, o la Settecannoli con lonza di suino nero dei Nebrodi, o ancora la Bonagia con mortadella di vacca cinisara. Per non parlare della nomenclatura delle pizze che richiamano i quartieri di Palermo”.

Ma il rinnovato Oste dello Stabile non si ferma alle pizze, aprendosi alle novità della carta dei dessert che mette in bella mostra, ai palati degli ignari avventori, i dolci della tradizione dolciaria come la pesca, la Castagna, la Patata, il Diplomatico, la Maria Stuarda solo per citarne alcuni.

L’Oste dello Stabile si apre al mondo della pizza | Colours of Sicily

Insomma la brigata imprenditoriale formata Giuseppe Caradonna, Davide Conigliaro e Daniele Napolitano continua a sbalordire la sua platea gastronomica, ammiccando continuamente al dinamico “e non finisce qui!”.

SHARE
Previous articleIl torrone, dolce delizia del Natale
Next articleRistorante Ambrosia
Rosario Ribbene è nato a Palermo nel 1977. Esercita la professione di architetto come attività principale. Giornalista pubblicista, ha al suo attivo collaborazioni con svariate riviste italiane. Nel 2013 fonda Rodoarte Onlus e nel 2014 fonda e dirige la testata on-line Impronta Magazine. Nel 2017 ha pubblicato Pani câ Meusa - Il cibo di strada in Sicilia (https://www.facebook.com/thesicilianstreetfood/?ref=bookmarks).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.