Sono state due le scuole che quest’anno si sono aggiudicate a pari merito il primo posto del
“Regional Flaming Competition” organizzato dall’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Marconi”, scuola ospitante la competizione in quanto vincitrice della passata edizione, e da A.M.I.R.A. Sicilia Ragusa Barocca, con il patrocinio e la collaborazione del Ministero dell’Istruzione e del Comune di Vittoria.

Si tratta dell’Istituto “Di Rocco” di Caltanissetta rappresentato da Giorgia Santoro e Noemi Guttilla e dall’Istituto “G. Marconi” di Vittoria, con Giada Occhino e Chiara Conti.

Regional Flaming Competition | Colours of Sicily

I risultati sono giunti nella serata di martedì scorso, a conclusione della competizione che ha visto impegnati “alla fiamma” e per tutta la giornata ben nove squadre più una formata da ragazzi speciali, quindi 20 studenti frequentanti le classi IV e V del settore Sala-Bar provenienti da diversi Istituti Alberghieri della Sicilia. Titolo della competizione, svoltasi alla Villa Orchidea di Vittoria, “La terra incontra il mare”.

Regional Flaming Competition | Colours of Sicily

Per l’anno scolastico 2018/19 si è pensato infatti di dare maggiore risalto ai prodotti ittici ed agroalimentari della fascia costiera del mediterraneo per realizzare un primo piatto inedito che valorizzasse il gusto e la peculiarità di prodotti locali e di qualità, compresi i presidi slow food. Il piatto a base di pasta, fresca o secca, doveva contenere ingredienti legati alla cultura contadina e alla cultura marinara, ad esso doveva essere abbinato un vino da scegliere tra tutte le province vitivinicole siciliane. Ogni squadra era formata da due alunni che dovevano prepararlo dinanzi alla giuria, formata da esperti del settore, spiegandone le caratteristiche e suggerendone l’abbinamento con il vino, sia in italiano che in inglese. I nomi dei vincitori sono stati resi noti la sera, nel corso di una cena di gala.

Regional Flaming Competition | Colours of Sicily

Il secondo posto è andato all’Istituto “Mandralisca” di Cefalù, rappresentato da Serena Zoida e Stefania Mammano Lupo, mentre terzi sono arrivati i ragazzi dell’Istituto “Wojtyla” di Catania, ossia Valery Lisy e Enza Lo Verde. Infine, premio assoluto per la categoria “English performance” alle alunne Veronica Mancuso e Alice Manusia dell’Istituto “Principi Grimaldi” sezione Chiaramonte Gulfi. Molto bravi comunque tutti gli alunni che hanno preso parte alla competizione, accompagnati dai propri docenti che negli ultimi due mesi li hanno preparati alla “sfida”: tanto impegno e coinvolgimento da parte di tutti per una manifestazione che seppur alla sua 3^ edizione ha tutte le carte in regola per crescere sempre più.

 

(foto di Salvatore Eterno)

SHARE
Previous articlePiù che “Altra Cucina”, altro pianeta
Next articleA Mosca nasce “Focacceria”
Originaria di Vittoria così come il suo vino preferito, il nobile Cerasuolo di Vittoria Docg. Dopo la maturità classica, la Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari con una tesi sperimentale sulla ricotta iblea (il formaggio è la sua seconda passione, dopo il vino!). Collabora con diversi giornali on line e non di enogastronomia. Gentile, chiacchierona, ma anche amichevole, è da molti definita un “vulcano”. Ama stare fra la gente soprattutto con coloro i quali condivide le sue stesse passioni: l’amore per la sua terra e le cose buone da mangiare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.