Sul versante nord della grande montagna, tra Randazzo e Passopisciaro, 15 ettari di vigneti in 5 diverse contrade. È in questo territorio di straordinario fascino e pregio vitivinicolo, che nasce “Sul Vulcano Etna Doc”, il nuovo rosso dell’azienda Donnafugata.

SUL VULCANO, il nuovo Etna Doc di Donnafugata | Colours of Sicily

Nerello Mascalese in purezza ha un colore rosso rubino chiaro ed un fine bouquet con note di frutti di bosco, fragoline e ribes rosso, sentori floreali e delicate nuances di cannella e noce moscata; piacevoli i tannini e sorprendente la mineralità che rimanda alla natura vulcanica dei terreni. Lungo ed equilibrato nel finale.

Versatile negli abbinamenti. Fermentazione in acciaio con macerazione sulle bucce per 8-10 giorni alla temperatura di 25° C. Affinamento per 14 mesi, in parte in vasca e parzialmente in rovere francese (barrique di secondo e terzo passaggio) e poi almeno 7 mesi in bottiglia prima di essere commercializzato.

SUL VULCANO, il nuovo Etna Doc di Donnafugata | Colours of Sicily
Antonio Rallo | ph. Fabio Gambina

L’Etna – afferma Antonio Rallo, winemaker dell’azienda di famiglia – è un luogo unico al mondo; il sogno che ci ha guidati è quello di restituirne tutta la magia agli appassionati che sceglieranno di bere il nostro Sul Vulcano Rosso. Con la vendemmia 2016 il Nerello Mascalese ci ha dato ottimi frutti, con uve sane e perfettamente mature; in cantina ci siamo impegnati a produrre un vino che rispecchiasse la tipica straordinaria eleganza che questo vitigno riesce ad esprimere alle pendici del vulcano”.

Dopo il bianco da uve Carricante che ha debuttato quest’anno al Vinitaly, ora una nuova etichetta che segue la visione produttiva di Donnafugata orientata alla ricerca dell’eccellenza: dai vigneti più vocati di Contessa Entellina e Pantelleria, nella Sicilia occidentale, e dal 2016 sull’Etna e a Vittoria, nella parte orientale dell’Isola.

SUL VULCANO, il nuovo Etna Doc di Donnafugata | Colours of Sicily
Josè Rallo | ph. Fabio Gambina

Il Monte Etna – dichiara José Rallo di Donnafugata – è temuto e venerato come una divinità. L’illustrazione d’autore che abbiamo scelto raffigura una dea-vulcano, carica di energia e dai colori intensi, quelli che davvero dipingono questo paesaggio, il rosso, i gialli e i neri cangianti. Una divinità antica, potente e femminile: “a muntagna” come viene chiamato l’Etna dalla gente del posto. Degustare questo vino sarà come sentirne il respiro”.

Un vino, dunque, che fa respirare l’energia di questo luogo unico situato al centro del Mediterraneo.

SUL VULCANO, il nuovo Etna Doc di Donnafugata | Colours of Sicily

SHARE
Previous articleFranco Manca a Salina
Next articleT’Anna Mari, storie di cibo e mare
Originaria di Vittoria così come il suo vino preferito, il nobile Cerasuolo di Vittoria Docg. Dopo la maturità classica, la Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari con una tesi sperimentale sulla ricotta iblea (il formaggio è la sua seconda passione, dopo il vino!). Collabora con diversi giornali on line e non di enogastronomia. Gentile, chiacchierona, ma anche amichevole, è da molti definita un “vulcano”. Ama stare fra la gente soprattutto con coloro i quali condivide le sue stesse passioni: l’amore per la sua terra e le cose buone da mangiare.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.