A Ciccio Sultano premio Le Soste per la Sostenibilità

0
17

93 i ristoranti di alta cucina italiana nel volume 2020 edito da Mediavalue. Diversi i premi assegnati, tra questi quello per la Sostenibilità è andato a Ciccio Sultano del Duomo di Ragusa Ibla.

“Per avere fatto della sostenibilità ambientale un parametro fondamentale nella ricerca di ingredienti di eccellenza”, con questa motivazione è stato assegnato allo chef Ciccio Sultano del ristorante Duomo di Ragusa Ibla il premio 2020 per la Sostenibilità dall’Associazione Le Soste.

 

La presentazione a Milano

Sultano è uno dei sette chef vincitori dei premi che rappresentano oggi un punto fermo dell’annuario. Il volume, che riunisce e racconta con parole e immagini la selezione dei migliori ristoranti di cucina italiana nel nostro Paese e in Europa, è stato presentato nei giorni scorsi a Milano, a Palazzo Marino. La consegna della nuova edizione da parte di Claudio Sadler, Presidente dell’Associazione Le Soste, al vicesindaco Anna Scavuzzo ha sancito l’uscita ufficiale dell’opera, inizialmente prevista per marzo e poi rimandata a causa del Covid19.

foto Comune di Milano

Sfogliando le 264 pagine interne de Le Soste 2020 si assapora la descrizione dei ristoranti soci attraverso le schede dettagliate e le immagini dei piatti e dei protagonisti. Una sintesi di quell’esperienza unica di convivialità che gli ospiti dei ristoranti dell’Associazione ricercano dal lontano 1982, anno di fondazione Le Soste.

E tra le pagine da sfogliare anche quella dedicata allo chef ragusano che nel bellissimo Palazzo La Rocca di Ibla, in cui è ospitato il suo ristorante, continua a narrare il patrimonio culinario siciliano attraverso piatti ricercati ispirata alle influenze dei tanti popoli che si sono succeduti nei secoli. Un viaggio nel tempo e nello spazio, in una perenne oscillazione tra terra e mare, passato e presente, come si legge dal volume, reso indimenticabile dal servizio gradevole della maître Gabriella Cicero e alla competenza del sommelier Antonio Currò.

Le new entry

L’edizione del 2020 lo ricordiamo vede presenti ben 93 insegne con sette nuovi ingressi. Si tratta di Sarri (Imperia), D’O (San Pietro all’Olmo, Cornaredo, Milano), Nostrano (Pesaro), Pascucci al Porticciolo (Fiumicino, Roma), Tordomatto (Roma), Villa Maiella (Guardiagrele, Chieti) e La Terrazza Gualtiero Marchesi (Tremezzo, Como).

Da sx Mario Cucci (Editore Le Soste), Claudio Sadler (Presidente Le Soste), Anna Scavuzzo (vicesindaco Milano)

Rispondi