Natale si avvicina e già l’aria profuma di cose dolci: panettoni, pandori e anche torroni. In Sicilia il torrone è uno dei dolci più antichi che questo continente gastronomico riesce a vantare e di tutte le città in cui esso viene prodotto va menzionata Caltanissetta perché l’unica di cui si hanno tracce storiche.

Il torrone, dolce delizia del Natale | Colours of Sicily

La tradizione nissena

Non tutti sanno che il torrone è un dolce tipico dell’area di Caltanissetta. Da queste parti saper fare il torrone è considerata una vera e propria arte che si tramanda di padre in figlio. Fino agli anni cinquanta Caltanissetta poteva vantare la presenza attiva di ben otto torronifici e non a caso ad attestare il valore di questo prodotto e la sua storicità ci pensa l’Esposizione Generale Italiana del 1884, dove proprio un nisseno, il signor Salvatore Amico, fu premiato con la medaglia d’argento per il miglior prodotto della categoria “Torroni e Panforte”, e per la stessa categoria la medaglia di bronzo è stata assegnata a Luigi Giannone sempre di Caltanissetta mentre nello stesso anno l’encomio è stato riconosciuto a Giuseppe Infantolino. Una cascata di premi che ha lasciato di stucco i colleghi di Cremona, Piemonte e Siena.

Il torrone, dolce delizia del Natale | Colours of Sicily

Oltre alla maestria dei torronai a decretare il successo del Torrone di Caltanissetta, allora come oggi, è l’eccellente qualità delle materie prime utilizzate, tutte provenienti dal ricco territorio circostante. L’entroterra siciliano è infatti famoso per le sue mandorle e i suoi pistacchi e per la produzione di ottimo miele.

La tradizione del torrone di Caltanissetta rappresenta un grande patrimonio storico e culturale che rischia però di essere dimenticato, sono molti i torronifici storici che nel corso degli anni hanno abbandonato la loro attività e, anche se alcuni giovani si appassionano all’antica lavorazione del torrone, questa tradizione rischia di essere soppiantata da produzioni industriali.

Il torrone di Caltanissetta

Il torrone tradizionale detto anche Bloc è un torrone a pasta dura, difficile da riproporre in casa. Esso viene preparato con miele, albume d’uovo, zucchero e sciroppo di glucosio. Le maestranze mescolano gli ingredienti in una caldaia dal fondo di rame e, nella fase finale della lunga cottura a fiamma bassa, aggiungono mandorle di varietà tuono e pistacchi siciliani. Il torrone è quindi steso su dei telai i quali vanno poi posti sotto una pressa per uniformarne la superficie. Una volta freddo viene tagliato in pezzature da 50, 100 o 250 grammi.

Il torrone, dolce delizia del Natale | Colours of Sicily

Turruni, il Festival del Torrone Caltanissetta

Tre giorni di degustazioni, musica e divertimento animeranno il centro storico durante la seconda edizione del Festival del torrone di Caltanissetta dal 14 al 16 dicembre prossimi. Per l’occasione si celebreranno tutte le espressioni italiane del dolce natalizio e sarà possibile acquistare e degustare torroni siciliani, calabresi, lombardi, irpini e tanti dolci, tra musiche, animazioni, degustazioni, marching band e una maxi scultura di torrone. Una visita a Caltanissetta sarà dunque l’occasione per gustare la bontà del torrone a tutto tondo, lasciandosi guidare anche da veri e propri menu ispirati al dolce protagonista del festival, proposti da alcuni ristoranti del centro storico.

Il programma della manifestazione è consultabile al sito turruni.it

Il torrone, dolce delizia del Natale | Colours of Sicily

[siteorigin_widget class=”SiteOrigin_Widgets_ContactForm_Widget”][/siteorigin_widget]

Rispondi