Gli Orange Wine protagonisti della cena ideata dallo chef Alessandro Ravanà a Porto Empedocle

La passione per gli artigiani del vino e l’amore per l’olio extra vergine d’oliva siciliano trovano spazio al “PianoPrimo” del ristorante Il Salmoriglio di Porto Empedocle. È in questo luogo che racchiude la cantina e la sala degustazione curata dallo chef patron Alessandro Ravanà insieme all’amico Giuseppe Cipolla, che si vuole dar vita ad una serie di eventi legati alla degustazione, alla sperimentazione e alla convivialità. Il prossimo 2 maggio la prima di una serie di cene a tema dal titolo “Conoscete gli Orange Wine?” dove protagonisti saranno gli “orange wine”, i noti vini prodotti da uve a bacca bianca vinificati come se fossero dei vini rossi per consentire l’estrazione di sostanze polifenoliche capaci di renderli “orange”, appunto!

“Conoscete gli Orange Wine?” Evento a Il Salmoriglio | Colours od Sicily

I vini in degustazione saranno il Moscato frizzante di Costadilà, il Catarratto di Nino Barraco, il Bianco di Giuseppe Cipolla, lo Slatnik di Radikon ed infine il Serragghia di Giotto Bini. Cinque interessanti etichette, tutte annata 2017 ma molto diverse fra loro, vini dalla grande espressività per un viaggio da nord a sud in cui gli ospiti saranno accompagnati dalla piacevole chiacchierata con Giuseppe Cipolla e naturalmente dai piatti ideati appositamente per l’occasione dallo chef Alessandro Ravanà. Questo il menu della serata:

Pane e sgombro

Polpette di sgombro e pane ai cereali con crema di patate e verdure giardiniera

Tubetti di carciofi e seppie

Crema di carciofi e seppie con salsa all’aglio di Nubia

Manzo alle erbe

Insalatina contadina (fagiolini, patate, cipolla e uova)

Gelato di fragoline e menta

Costo della serata € 60,00 (cena e vini inclusi)
Per info e prenotazioni: 0922.636613 oppure +39 340.8680561

Previous articleInverdurata di Pachino
Originaria di Vittoria così come il suo vino preferito, il nobile Cerasuolo di Vittoria Docg. Dopo la maturità classica, la Laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari con una tesi sperimentale sulla ricotta iblea (il formaggio è la sua seconda passione, dopo il vino!). Collabora con diversi giornali on line e non di enogastronomia. Gentile, chiacchierona, ma anche amichevole, è da molti definita un “vulcano”. Ama stare fra la gente soprattutto con coloro i quali condivide le sue stesse passioni: l’amore per la sua terra e le cose buone da mangiare.

Rispondi