Proprietaria di un piccolo uliveto, nel 2016 decide di produrre Oliove, con il preciso obiettivo di diffondere la cultura dell’olio extravergine di oliva di qualità

A Menfi, ci sarei dovuta restare solo sei mesi ed invece dal 2007 sono ancora qui, senza rimpianti”. Ha ritrovato le sue radici, Samantha Di Laura, imprenditrice piemontese di nascita ma con DNA siciliano che ha deciso di vivere e lavorare nella Valle del Belìce grazie alla complicità dell’amore ed alle potenzialità dell’Isola da cui “mi dicevano di andare via perché non offriva niente”. Tosta, ha comprato un pezzo di terra con gli ulivi davanti al mare e nel 2017 produce un olio extravergine bio, con cultivar Nocellara del Belìce. È Oliove, in omaggio ad un sentimento che lei, manager in carriera, aveva scartato. È un successo! Sette premi nazionali ed internazionali per l’innovazione, il packaging e la qualità, e proprio quest’anno si è classificata tra i finalisti nella selezione dei migliori oli evo del mondo alla 28a edizione del Leone d’Oro dei Mastri Oleari. Nomen omen, Oliove racchiude in sé due parole che vengono fuori anagrammando proprio questo nome, cioè LIVE e LOVE, vivere e amare, pilastri su cui poggia ogni esistenza umana. Un nome, inoltre, a lei caro perché crede fortemente nella cultura dell’olio che vuole promuovere e diffondere.

Samantha Di Laura, l’imprenditrice piemontese con la Sicilia nel cuore | Colours of Sicily
Samantha Di Laura

A Menfi Samantha decide di creare anche Scirocco Ethical Sales Management, una formula originale di direzione commerciale in affitto. “L’obiettivo – ci spiega- è quello di offrire alle piccole e medie imprese del settore agroalimentare una direzione commerciale in outsourcing, in modo tale che i costi di una direzione interna non gravino sull’azienda”. Con il suo staff, tutto al femminile, studia il miglior posizionamento del prodotto sui mercati, elabora strategie commerciali e di marketing coordinato.

Samantha Di Laura, l’imprenditrice piemontese con la Sicilia nel cuore | Colours of Sicily

Creare “valore”, ecco il mood di Scirocco

Le materie prime siciliane sono di alta qualità – spiega – ma purtroppo sono sottostimati sul piano commerciale”. A 25 anni, dopo una laurea in lingue e letterature orientali alla Ca’ Foscari di Venezia, lavora per la Euricom S.P.A (Curtiriso), una delle più grandi multinazionali alimentari italiane occupandosi della gestione e dello sviluppo del mercato extra europeo. Vendeva navi di riso nei Paesi Arabi e da giovane donna ha abbattuto i pregiudizi. “Mi mettevano alla prova, gettando un pugno di riso di cui mi chiedevano il parere. Si stupivano per la mia competenza e perché mi esprimessi nella loro lingua – racconta ”. In seguito, lavora per la Ebro Foods di cui cura il coordinamento di una rete export internazionale. “Mi sentivo un cervello in fuga dall’Italia ma soprattutto era la Sicilia, per i suoi colori e le sue luci, il mio pensiero fisso”. Sarà Diego Planeta, all’epoca presidente di Cantine Settesoli, ad affidarle la direzione commerciale nella grande distribuzione Italia. Poi, un’altra svolta: nasce Scirocco. “Scirocco è quel vento che dal Sud spinge verso il Nord e vorrei – conclude Samantha – che anche sulle aziende siciliane possa soffiare questo vento per spingerle ad ottenere importanti riconoscimenti perché hanno tutte le migliori capacità per conquistare i mercati”.

Samantha Di Laura, l’imprenditrice piemontese con la Sicilia nel cuore | Colours of Sicily

Rispondi