Un nuovo impianto interamente informatizzato mediante PLC e telecontrollo atto a raddoppiare la linea di lavorazione delle carote biologiche di Natura Iblea ad Ispica (Ragusa) con la capacità di lavorare circa 9 tonnellate l’ora, in sacchi, sacchi a cuscino, vassoi, cartoni rinfusa e big-bags, il tutto con trattamento Hydrocooler a 3°. L’impianto è stato realizzato grazie all’accordo firmato tra Natura Iblea, Falco Impianti, Barone e Saclark.

Carota di Ispica

“Siamo quattro aziende leader nel settore agroindustriale delle carote bio impegnate a collaborare – afferma Roberto Giadone presidente di Natura Iblea– puntando a migliorare la competitività investendo sull’informatizzazione grazie al piano innovativo 4.0 interamente in telecontrollo.”

L’impianto è capace di adeguarsi velocemente alle esigenze di mercato senza rinunciare alla qualità del prodotto, il primo impianto di lavorazione carota in Europa interamente digitalizzato e con possibilità di utilizzo di packaging plastic free.

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *