Oggi con il nostro sommelier AIS Fabio Gulino abbiamo degustato un vino eccezionale, che merita di essere provato almeno una volta nella vita. È lo spumante metodo classico Sic rosè dell’azienda Giasira. Siamo nel comune di Rosolini, tra Siracusa e Ragusa.

Il nome dice già tutto. Giasira in arabo significa isola! Ed è in questa isola di circa 130 ettari che è racchiusa una produzione enologica sorprendente, quella dell’azienda agricola di Giovanni Boroli: Giasira. Il comprensorio è di particolare attrazione paesaggistica, attraversato dal fiume Prainito o Cava Paradiso che scorre tra alte pareti rocciose all’interno della tenuta.

Queste bollicine nascono da una delicata macerazione a freddo delle uve Nerello Mascalese, coltivate su terreni a forte matrice calcareo-vulcanica. Altamente brillante, si presenta con un perlage fine, persistente e numeroso che ne esalta la luminosità, e con un colore rosa velo di cipolla o rosa antico.

Al naso sprigiona una notevole fragranza, una bella intensità olfattiva con sentori di lieviti, frutti tropicali e frutta a polpa gialla, come melone e albicocche.

Elevata l’intensità gusto olfattiva capace di richiederti un altro sorso. Il suo perlage fine pizzica la bocca. Un vino, secco, fresco, sapido. Ritornano i sentori fruttati percepiti al naso. Sorso lungo e un buon corpo.

Lo suggeriamo con delle crudité di pesce, piatti a base di pesce, salumi non complessi o a tutto pasto.

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *