Dai colori della cartapesta al profumo dei garofani: i carri allegorici di Acireale, dopo un Carnevale 2018 da record, tornano nuovamente in pista per la bella stagione. È la Festa dei Fiori, organizzata dalla Fondazione del Carnevale, che con la sua terza edizione– dal 27 al 29 aprile – cresce in bellezza e in importanza, anche tra gli eventi nazionali dedicati all’universo floreale, dove si distingue per unicità. Un originale “Carnevale a primavera”, dove sette gigantesche opere infioratesi schiuderanno per il centro storico della città in un affascinante spettacolo di movimenti e luci, ispirato quest’anno al tema “Delle civiltà e popoli del Mediterraneo”.

Sette opere gigantesche ispirate ai popoli del Mediterraneo e numerosi eventi

È lunga più di un secolo la tradizione di Acireale delle auto e dei carri infiorati, eppure, la Festa dei Fiori regala nuove emozioni. I carri infiorati sfileranno nel pomeriggio di tutt’e tre le giornate, per vestire d’eleganza Acireale ed esaltare il tema floreale tra le architetture della cittadina. Lungo il circuito si esibiranno bande musicali e i gruppi delle scuole in maschera ispirati a storie e personaggi di opere e balletti teatrali. “Il vero valore del nostro territorio è il lavoro delle maestranze – affermaAntonio Belcuore, che presiede la macchina organizzativa della Fondazione del Carnevale di Acireale. L’arte dei carri, che siano di cartapesta o ricoperti di garofano, è un bene immateriale da destagionalizzare”.

Ad Acireale, fiori e mille altre bontà

E se ci si trova qui per questa occasione, non bisognerà dimenticarsi una piccola sosta presso le pasticcerie del luogo. Fra queste la storica pasticceria Costarelli, in Piazza Duomo, per deliziarsi con le sue morbide paste di mandorle e la variopinta pasticceria tipica siciliana. E data la bella stagione la famosa granita di Acireale ed i gelati, in particolare i loro pezzi forti ossia il Coccodè, a base di crema di zabaione gelato, panna montata, cannella e miele, o la Coppa Canasta.

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *