Sono passati soli tre mesi dall’apertura della sua pizzeria che il pizzaiolo napoletano Enzo Piedimonte conquista uno dei riconoscimenti più prestigiosi nel mondo pizza.

La Guida delle migliori pizzerie d’Italia del Gambero Rosso, presentata ieri 22 settembre, assegna ben 2 spicchi alla Pizzeria Piedimonte 1.0 di Messina, sita nel lungomare di Rodia. Trattandosi di una nuova apertura, si tratta di un risultato senza precedenti che premia la qualità dell’offerta della nuova pizzeria inaugurata il 17 giugno scorso da Antonella La Scala e Enzo Piedimonte e il lavoro costante di ricerca e innovazione fatto per migliorare sempre la sua pizza.

L’attenzione della Guida del Gambero Rosso verso le nuove realtà meritevoli di attenzione è massima, grazie al lavoro certosino fatto dagli ispettori che riescono a monitorare tutta la Penisola e premiare i locali e i pizzaioli più bravi che emergono in questo settore, grazie alle loro capacità e alla passione che li contraddistingue. E di passione Piedimonte ne ha davvero tanta, visto che ha iniziato a preparare la sua prima pizza a 11 anni e non ha mai smesso, continuando invece a studiare e a migliorarsi.

Il locale dal design contemporaneo sorge a Rodia, dinanzi al mare, nel cuore del borgo marinaro nella periferia settentrionale del comune di Messina. Sin dall’apertura, quella di Piedimonte1.0  è stata una stagione dai grandi numeri, in cui il pizzaiolo napoletano è stato premiato innanzitutto dalla sua clientela. A poche settimane dall’apertura è arrivato il primo riconoscimento, l’inserimento tra le pizzerie eccellenti della Guida Top 50 Pizza di Luciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapere. Adesso che è arrivata anche la consacrazione tra le migliori pizzerie d’Italia di Gambero Rosso, Piedimonte esprime tutta la sua soddisfazione nel veder ripagati gli sforzi fatti.

L’emozione è immensa. I numeri e l’affetto delle persone, insieme a questi importantissimi riconoscimenti, ci stanno ripagando dei sacrifici fatti. Questo per me è un inizio e spero di andare ancora più avanti. Voglio ringraziare tutti coloro che mi sono stati accanto, il mio team e la mia compagna Antonella La Scala, con cui abbiamo intrapreso questo percorso, che ha sempre creduto in me

Enzo Piedimonte
Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *