Cantine Murgo ha ospitato l’ultima tappa di “Versante est”, manifestazione nata per raccontare e vivere la ricchezza vitivinicola dell’Etna nel cuore delle cantine del versante ionico del vulcano. L’evento itinerante, giunto alla quarta edizione, ha visto il coinvolgimento di nove cantine. Tema dell’ultimo appuntamento: “Grill, Jazz e Bollicine”. L’incontro all’insegna della festa, dell’unione e dell’esaltazione del territorio ha riscosso una grande partecipazione.

Creare un ponte, farsi conoscere e divulgare la cultura del vino ai cittadini etnei ma anche rinsaldare l’amicizia tra gli stessi produttori del meraviglioso microcosmo del vulcano è l’obiettivo ben centrato dell’iniziativa.
L’Etna vitivinicola è un territorio ricco e generoso che si distingue per l’eterogeneità di ciascun versante del vulcano, un mosaico di biodiversità che regala diverse espressioni nel bicchiere.
A dare il benvenuto alla festa finale di versante est il padrone di casa Michele Murgo che ha accompagnato gli ospiti per il tour in vigna e in cantina prima di lasciare la parola agli altri produttori intervenuti (Barone di Villagrande, Palmento Biondi, Gambino Vini, Benanti, Tenute Mannino di Plachi, Terra Costantino, I Vigneri e Cantine Nicosia).

L’apertura del banco d’assaggio è stata accompagnata dalle note dello Spam Trio Jazz, composto da Francesco Cerra alla chitarra, Tony Pinzone al basso e Francesco Spina alla batteria.
Tra le etichette in degustazione alcuni tra i migliori metodo classico etnei come il rosato brut “Caterina di plachi” 2018 dell’omonima cantina o il Nicosia – Sosta Tre Santi Carricante brut 2019.
Immancabile la presenza dei metodo classico della cantina ospitante Murgo che ha il primato di essere una cantina pioniera nella spumantizzazione sull’Etna creando il primo brut da uve Nerello Mascalese.

Tra gli spumanti proposti in degustazione da Murgo uno splendido Brut Rosé del 2019 caratterizzato da: un perlage fine, una grande freschezza e l’inconfondibile imprinting minerale del terroir etneo, un’acidità sostenuta ma ben armonizzata alla complessità del sorso. La torta e il brindisi finale insieme a tutti i produttori hanno sancito la fine dell’incontro.

«Attraverso autentici momenti di festa e l’inclusione vogliamo rilanciare ed estendere l’iniziativa ad altri amici produttori per la prossima edizione di versante est, abbiamo voglia di crescere e fare rete» ha affermato Claudio Di Maria, responsabile dell’accoglienza e Brand Ambassador di Cantine Murgo.

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *