Ecco la storia di un’attività commerciale che diventa storia di famiglia ma, prima di tutto, storia di un amore. È quella della Pasticceria De Natale di Fiumefreddo di Sicilia che nasce nel 1980, non senza difficoltà e grazie allo spirito d’impresa e alla voglia di riscatto di Salvatore De Natale e della moglie Grazia Briguglio. Ecco che a Fiumefreddo, negli anni ’80, vede la luce una realtà nuova: il bar pasticceria “De Natale”.

Sin dall’inizio, Grazia e Salvatore, si mettono in gioco partendo da zero. Con coraggio e anche grazie alla loro salda unione, avviano un’attività che ha, oggi, più di quarant’anni.

La pasticceria riscuote, da subito, grande successo, perché Salvatore porta nelle sue vetrine l’arte dolciaria di stampo acese tramandatagli dal suo Maestro Orazio Di Paola. Tra i prodotti più venduti ci sono i biscotti della tradizione siciliana: mustaccioli, paste di mandorla e cannoli.

Più tardi, la coppia sarà la prima a realizzare a Fiumefreddo: i panettoni artigianali, la crema bavarese, le mousse e quella che oggi chiamiamo “pasticceria moderna”.

Dall’innovazione al ritorno alla tradizione

Col passare degli anni, l’attività cresce e si evolve su più fronti. Al bar pasticceria si aggiungono la pizzeria e la rosticceria. I prodotti protagonisti della rinnovata offerta sono: le pizze, all’inizio, derivate da un impasto diretto fatto con grano duro e grano tenero, lievitato solo 12 ore, per passare negli anni ad un impasto indiretto a 30 ore di lievitazione, fatto con farina di grano tenero 00 e semola di grano duro; gli ottimi arancini realizzati in maniera tradizionale con il ragù alla vecchia maniera, il “ragù della nonna”, fatto senza risparmiare sulle materie prime.

Parallelamente al bar pasticceria cresce anche la famiglia. Finiti gli studi, anche i figli si uniscono alla “dolce impresa” specializzandosi, ognuno, in un settore specifico.

Rosanna, classe 1981, cura l’accoglienza e la parte amministrativa; Lorenza, classe 1986, è la Maestra delle torte da cerimonia e della pasticceria in generale; Marco, ha trent’anni e si occupa della pasticceria “fredda”: gelateria e pasticceria moderna. Il suo cuore, però, batte per i lievitati, in particolare, per il lievito madre che studia e “accudisce” dal 2016.

Da De Natale torte e lievitati dal sapore antico

Fra i cavalli di battaglia del bar pasticceria De Natale ci sono anche i cannoli farciti di crema o ricotta, un classico della tradizione dolciaria siciliana, e le torte – opere d’arte di Lorenza De Natale che in un abbraccio uniscono bontà tradizionale ed innovazione del design. E la bellezza arricchisce anche il palato.

Ognuno fa la propria parte in casa De Natale. Papà Salvatore, dopo anni, non abbandona mai la sua postazione in laboratorio, davanti al forno, la mamma Grazia “dietro” il bancone a contatto con il pubblico ha passato, oggi, il testimone a Rosanna che, sempre col sorriso e la gentilezza che la contraddistinguono, accoglie i clienti con professionalità e calore, facendoli sentire a casa.

Tanti sogni nel cassetto

Alla nuova generazione De Natale va una nota di merito, perché con grande genuinità e sincerità, Rosanna, Lorenza e Marco non fingono perfezione e perenne armonia anzi raccontano quanto sia complicato lavorare tutti insieme, incastrarsi come in un puzzle sulla base delle individuali propensioni.

«Fra i nostri progetti futuri – ci racconta Marcoc’è l’idea di proporre il panettone e la colomba tutto l’anno. Il Pan De Natale vanta un’offerta di dieci gusti: pistacchio, nocciola, gianduia, gocce di cioccolato, Divino Panettone (con marzapane alle mandorle, rosmarino e mele candite), tradizionale con canditi, limone con crema di limone, cioccolato e arancia candita, frutti di bosco e caramello salato. Questi fantastici lievitati meritano di potersi esprimere in diverse vesti, forme, sapori e colori. Anche dopo Natale e prima di Pasqua si possono mangiare da soli per colazione o in accompagnamento a granita e gelato. E tanti sono gli abbinamenti con cui si può giocare, sia con la frutta che con farciture salate originali ed inedite. Studio ogni giorno e so di dovere ancora crescere tanto – conclude Marco ma sperimento di continuo per trovare il modo di destagionalizzare questi lievitati, farli diventare sempre più digeribili e rendere riconoscibile a tutti e ovunque la firma della pasticceria De Natale».

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *