L’annata 2021, che dovrebbe iniziare la prima settimana di agosto nella Sicilia occidentale per poi proseguire nelle settimane successive nel centro- sud e nella Sicilia orientale, sembra essere in linea con il sentimento di rinascita e la voglia di ritornare ad eccellere. Si prospetta veramente una grande annata per le uve bianche, e se il clima non fa brutti scherzi sarà una grandissima annata per i rossi” – sono le previsioni di Uva Sapiens, società costituita da un team di sette professionisti, enologi ed agronomi, che mettono le loro competenze al servizio delle aziende vitivinicole aiutandole a sviluppare le loro potenzialità e a valorizzare il capitale viticolo e umano a disposizione.


 “Fino ad adesso è stata l’annata ideale, abbiamo avuto un inverno lungo, freddo e abbastanza piovoso, che ha permesso alle viti un ottimo riposo- spiegano gli esperti-. Le miti temperature e le poche piogge primaverili, hanno rinfrescato i suoli, permesso un buon accumulo idrico per le piante e non hanno causato problemi fitoiatrici. L’estate fino ad ora è stata calda, ma con venti di nord che mantengono le temperature sotto la media degli ultimi 30 anni, conferma che il clima mediterraneo è naturalmente in equilibrio e non teme il climate change”.

Condividi su:

Related Posts

Show Comments Close Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *